Passa ai contenuti principali

“Bloccate i mutui per dare un anno di respiro alle piccole imprese”


Diamo un anno di respiro alle piccole imprese pistoiesi, congelando il pagamento delle rate dei mutui. Sarà un modo concreto ed efficace per tenere sotto controllo gli effetti della crisi sul tessuto economico del nostro territorio, sostenendo al contempo tutte quelle famiglie che stanno dietro alle aziende artigiane e alle piccole e piccolissime imprese.
Mi rivolgo in particolare al sistema delle Bcc così come alla Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia, che per loro natura hanno un radicamento importante sul territorio e un forte impegno nei confronti delle imprese locali. Ma il mio appello si estende a tutti gli istituti di credito che vogliano e possano fare altrettanto.
Non è un progetto impossibile e c’è già un precedente per quanto riguarda la provincia di Prato: la Banca di credito cooperativo dell’area pratese è infatti riuscita ad avere il placet della Banca d’Italia per questo tipo di operazione e, stando alle notizie che abbiamo, già a maggio la disposizione dovrebbe essere attuabile e i pagamenti dovrebbero fermarsi.
E’ un precedente importante che ha preso corpo sulla scorta dell’azione di lobby promossa da tutti gli attori del mondo economico pratese per far convergere l’attenzione nazionale sulla provincia e sui problemi del comparto tessile. Ma il tessile non riguarda solo Prato. Non possiamo dimenticare che Agliana, Quarrata, Montale, Serravalle e tante altre realtà del nostro territorio provinciale finora hanno basato la propria economia quasi esclusivamente sulla produzione tessile conto terzi.
La crisi peraltro non morde soltanto il comparto moda, ma tutto il manifatturiero e numerose altre piccole realtà aziendali che sono la linfa vitale del nostro territorio.
Se vogliamo far sì che, superato questo difficilissimo momento, le nostre imprese possano ripartire, dobbiamo sostenerle adesso. E’ una pura questione di lungimiranza e buon senso. Solo se le imprese sopravvivranno, passata la bufera si potrà cominciare a ricostruire e rimettere in moto l’economia locale.
Per molte di queste aziende, basta veramente poco. Perché tanti problemi di liquidità vengono loro dai ritardi nei pagamenti da parte dei committenti privati e pubblici (sappiamo tutti che le amministrazioni locali pagano talvolta dopo più di un anno) o, magari, da investimenti fatti in tempi recenti. Il loro “merito creditizio” non è sufficientemente buono solo se ci fermiamo alla superficie. Ma questo non è il momento per fermare lo sguardo alla siepe che limita l’infinito.
Dobbiamo avere il coraggio e la forza, tutti insieme (istituzioni, associazioni datoriali e sindacali e istituti bancari), di andare oltre. Dobbiamo avere a Pistoia la stessa forza di fare sistema che hanno avuto i nostri vicini pratesi. Dobbiamo muoverci insieme per salvare il nostro tessuto economico.
Se aiutiamo le nostre aziende, aiutiamo anche le famiglie. E se aiutiamo aziende e famiglie a ripartire, aiutiamo anche le banche.
Ma facciamo presto.

Post popolari in questo blog

Mostre: Pistoia, in 80mila a ''Visitazione'' Della Robbia

Doveva essere l''attrazione artistica della seconda parte dell''anno di Pistoia capitale
italiana della cultura 2017: il gruppo scultoreo della
''Visitazione'' di Luca Della Robbia ha mantenuto le aspettative.
Da luglio ad oggi infatti oltre 80.000 visitatori hanno varcato
la porta della chiesa di San Leone per vederla.
   L''opera fu eseguita intorno al 1445 per la chiesa di San
Giovanni Fuorcivitas di Pistoia, la ''Visitazione'' è stata
restaurata all''Opificio delle Pietre Dure di Firenze grazie al
sostegno dei musei americani ''Museum of Fine Arts'' di Boston e
della ''National Gallery of Art'' di Washington, che l''hanno
tenuta in esposizione fino a luglio 2017. Dopo, il gruppo
robbiano è tornato a Pistoia e reso visibile nella chiesa di San
Leone. Qui la mostra viene curata da Diocesi di Pistoia e
Soprintendenza. Pochi giorni fa gli organizzatori hanno deciso
di prorogare il termine di chiu…

Mostre:esposti a Pistoia i dipinti di Giovanni Boldini

Sedici capolavori, realizzati da Giovanni Boldini durante gli anni toscani del periodo macchiaiolo (1864-1871), provenienti da collezioni private e da pubblici musei, esposti al Museo dell'Antico Palazzo dei Vescovi di Pistoia, gestito dalla Cassa di risparmio di Pistoia e della Lucchesia (Gruppo Intesa San Paolo),  nell'anno di Pistoia capitale italiana della cultura. La mostra,  "Giovanni Boldini. La stagione della Falconiera", uno degli eventi di punta di Pistoia Capitale, presentata oggi alla stampa, apre al pubblico domani alle ore 17  e sarà visitabile fino al 6 gennaio 2018.
   L'esposizione, è stata curata da Francesca Dini con la collaborazione di Andrea Baldinotti e Vincenzo Farinella. Il titolo della mostra prende ispirazione da un ciclo di pitture murali a tempera che Giovanni Boldini ha eseguito durante il suo periodo toscano, sul finire degli anni sessanta
dell'Ottocento, presso la Villa La Falconiera, sulle colline pistoiesi, che apparteneva…

Chiude nel segno del successo la XII edizione di «Dai un senso alla vita: rispettala!»

Un mese intero di eventi, durante il quale si è parlato dell'influenza dei social network, di coloro che utilizzandoli fanno tendenza e della capacità che questi hanno di condizionare i comportamenti individuali e collettivi attraverso l'immagine, il fashion, lo shopping. Ma anche di chi tutto questo lo subisce, inconsapevolmente. Un mese intenso di iniziative, tra incontri, dibattiti, concorsi, talk show televisivi. La 12esima edizione di «Dai un senso alla vita: rispettala!», kermesse promossa a Pistoia dal Laboratorio toscano Ans (Associazione nazionale sociologi), braccio operativo del Dipartimento regione Toscana Ans, presieduto dal sociologo Giuliano Bruni, ha coinvolto anche quest'anno partner istituzionali, varie università e istituti scolastici. «I bisogni dell'essere: mente, corpo, società», è stato il tema su cui si sono confrontati (dal 5 aprile al 4 maggio), sociologi, psicologi, insegnanti e soprattutto gli studenti delle scuole superiori di Pistoia e p…