giovedì 30 aprile 2009

Ettore Severi interviene su Radicifil


Anche Ettore Severi, candidato Pdl alla presidenza della Provincia interviene sulla crisi Radicifil: “La gravissima vicenda occupazionale che ci ha travolto in questi giorni – dice Severi - con l’annunciata chiusura dell’impianto 'Radici' di Pistoia necessita della massima partecipazione attiva di tutti: istituzioni e parti sociali, non solo a livello provinciale ma anche e soprattutto a livello regionale e nazionale, devono collaborare per trovare una soluzione positiva a questo ennesimo corto circuito del sistema produttivo pistoiese.
In 10 anni di governo locale ho imparato che un amministratore più che portare solidarietà a buon mercato e passerelle a buon mercato deve per prima cosa approfondire i problemi – prosegue -, quindi, lavorare ad una soluzione concreta. Ho quindi sentito alcuni rappresentanti sindacali al fine di avere un quadro preciso della situazione e nei prossimi giorni mi unirò al presidio. Partendo dal presupposto che il gruppo Radici soffre da tempo di un pesante sbilancio con le banche pari a quasi metà del suo fatturato si possono comprendere le decisioni prese sugli altri stabilimenti del Nord Italia di riduzione del personale, ma non si può comprendere perché proprio Pistoia sia l’unica realtà a dover chiudere”.
E aggiunge: “Non vogliamo e non dobbiamo assistere passivamente ad un lento ed inesorabile tramonto della vocazione industriale di Pistoia, magari a favore di nuove speculazioni immobiliari sulle ceneri dell’area dove sorge la Radici. La vera sfida per il territorio è perciò quella di tentare un’operazione come avvenuto a Firenze per l'Electrolux, dove tutti gli attori istituzionali si sono adoperati per individuare nuovi investitori per una sana riconversione.
In tale prospettiva, oltre ovviamente per sollecitare Governo e Regione ad assicurare ogni sostegno sociale ai lavoratori – chiude - mi metto fin da subito a disposizione per dare il mio impegno personale e politico quale contributo collegiale alla definizione di una svolta a questa vicenda che vede tante famiglie senza lavoro e speranze per il futuro, in una situazione che appare purtroppo gravemente compromessa”.

ONDA LIBERA: CAROVANA DELLA LEGALITA OGGI A MONTECATINI ALTO

Anche a Pistoia arriva Onda Libera carovana della legalità contro le mafie dell associazione Libera che propone, per due settimane dal 25 aprile al 9 maggio, concerti e appuntamenti in tutta Italia scegliendo come scenari beni confiscati alle mafie. Le due date uniscono quella della Liberazione a quella in cui perse la vita Peppino Impastato. Due date simboliche per accogliere la cittadinanza e tutti coloro che vorranno dare il loro contributo artistico, di fronte a un bene confiscato alla mafia, come dimostrazione di rinascita e di democrazia. Oggi (dalle ore 16 alle 21.00 INGRESSO LIBERO) la carovana sarà a Montecatini Alto accanto allo stabile ex Hotel Paradiso, bene confiscato alla mafia. L invito dunque è aperto a tutti per testimoniare la propria sensibilità, ma divertendosi insieme, dando un preciso messaggio collettivo di legalità. Si consiglia di lasciare le auto a Montecatini Terme e salire con funicolare o bus. Sul sito internet di Albachiara www.albachiara.com, dove trovare tutte le informazioni, sarà pubblicato un coupon da stampare e presentare alla funicolare da Montecatini terme per Montecatini alto per avere un biglietto a 3. L iniziativa sul territorio è organizzata con Provincia di Pistoia, nell ambito del percorso Albachiara, che porterà i suoi saluti con l Assessorato provinciale alle politiche giovanili, e ha il patrocinio del Comune di Montecatini. La carovana è guidata dai Modena City Ramblers che saranno anche a Montecatini, dove, come nelle altre città, sono stati organizzati spazi di musica, giocoleria, teatro di strada, gastronomia. Il programma dell iniziativa a Montecatini comincia alle ore 16 con proposte artistiche locali e letture: l'Apprendista Bardo, Paquito Pelota, Clear the lane, Dirty Gulls. Svolgeranno un intervento Andrea Giolitti (Libera Toscana) e Alessandra Pastore (Libera Pistoia). Dalle 17,30 si esibiranno di seguito Daniele Contardo con musica e giocoleria, Ned Ludd, musica popolare resistente, Kabila, world music, e Casa del Vento, musica resistente. Prevista per le 20,15 l esibizione dei Modena City Ramblers. Presenterà l attore Paolo Hendel. I giovani intrecciano nodi, tessono relazioni, imparano l arte della libertà è questo lo slogan di Albachiara, progetto della Provincia di Pistoia e dal Gruppo Abele di Torino, con il sostegno della Regione Toscana e di tante altre realtà, che ha l obiettivo di promuovere la partecipazione giovanile sui temi della legalità, dei diritti e della giustizia sociale con tante iniziative che culminano nell evento nazionale del Campus, che si svolge a fine ottobre a Montecatini. Un progetto che ormai è conosciuto a livello nazionale e raggruppa 16 Regioni, numerose Province e Comuni, 40 Istituti scolastici, con oltre 20.000 persone tra adulti e ragazzi che vi partecipano a vario titolo. Per informazioni Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Pistoia tel. 0573 - 374586 email albachiara@provincia.pistoia.it sito internet www.campusmontecatini.it e www.albachiara.org

Giovani e donne nella lista del Movimento Nazionale


Si caratterizza per l’alta presenza di giovani (età media 35 anni) e per la componente femminile, che sfiora il 50%, la lista del Movimento Nazionale Tradizione e Merito, che candida a presidente della provincia Osvaldo Rastelli, un volto noto in città per il suo impegno a favore dei consumatori, come presidente dell’Unc-Sindacato diritti del cittadino. L’altra cosa che balza subito all’occhio è l’assenza di volti noti della politica, si tratta perlopiù di persone estranee all’ambiente: imprenditori, liberi professionisti, studenti, operai. C’è anche un dipendente della Radicifil, Salvatore D’Amico (nella foto con Rastelli e Manigrasso), rimasto proprio in questi giorni senza lavoro. Gli altri candidati sono Mario Ferretti (disoccupato), Ivan Talini (operaio), Veronica Matranga (operaia), Marzia Moggi (imprenditrice), Gianni Manigrasso (general manager, nonché responsabile regionale del Movimento), Angela Giannoni (imprenditrice), Tiziana Rastelli (imprenditrice), Ioana Mirancea (ragioniera), Antonio Bargiacchi (imprenditore), Angela Safina (studentessa), Francesco Mancinelli (artigiano), Alessandro Fasanaro (operaio), Luciano Agresti (operaio), Angela Peralta (operaia). Altri nomi saranno comunicati nei prossimi giorni.
«Abbiamo già raggiunto il quorum di firme necessario per la presentazione della lista – dice Rastelli –, il sostegno dei cittadini in questi giorni non ci è mancato. Con i nostri candidati siamo riusciti a coprire tutti i collegi uninominali del comune capoluogo e siamo presenti anche in altri comuni del territorio, tra cui San Marcello, Serravalle e Montale».
«Considerando che il nostro Movimento è nato da meno di due mesi – aggiunge Gianni Manigrasso – siamo soddisfatti del consenso che stiamo registrando fra la gente».
«Nei prossimi giorni – conclude Rastelli – ci incontreremo con la coalizione di centrodestra che appoggia la candidatura di Ettore Severi, per stabilire un percorso strategico comune se dopo il primo turno si andrà, com’è probabile, al ballottaggio».

martedì 28 aprile 2009

Sociologi da tutta Italia a Pistoia per parlare di problematiche giovanili


Tutto pronto per l'edizione 2009 della manifestazione «Dai un senso alla vita: rispettala!», organizzata dal Laboratorio Toscano Ans di Scienze Sociali, Comunicazione e Marketing di Pistoia.
La manifestazione si aprirà il 7 maggio per poi concludersi, come ogni anno, in piazza Duomo il 10 Maggio.
Importanti personaggi del mondo della cultura, dell'università, e soprattutto sociologi, da tutta Italia, hanno aderito a questa iniziativa, che ha lo scopo di suggerire ai giovani esempi positivi per imparare a realizzarsi e a crescere in modo sano ed equilibrato.
Stamani è stato presentato il logo della manifestazione, che come l’anno passato è stato realizzato dagli studenti dell’istituto d’arte «Petrocchi» di Pistoia. Tutti i lavori verranno esposti a partire dal 7 maggio nell’Atrio del Tribunale di Pistoia.
Silvia Bomba (nella foto con i promotori della manifestazione e gli insegnanti) è la studentessa che ha vinto il concorso indetto dall’Ans. Suo sarà quindi il logo della manifestazione: un uomo tiene in mano un palloncino, sullo sfondo di un albero, per metà verde, come la speranza, per metà nero, come il pessimismo.
«Lo abbiamo trovato molto significativo – spiega Giuliano Bruni, presidente del Dipartimento regione Toscana Ans – perché rappresenta molto bene le due facce dell’universo giovanile, da una parte l’inconscio, la trasgressione e la devianza, ossia la parte più negativa, rappresentata dal colore nero, dall’altra la parte creativa e quindi positiva, del conscio, rappresentata dal verde». «I nostri studenti – ha detto la preside Elisabetta Pastacaldi – partecipano sempre in modo attivo alle attività cittadine, questa in particolare è una manifestazione importantissima per il suo valore educativo e ci teniamo in modo particolare».
Quest’anno, al concorso letterario e a quello artistico, rivolti agli studenti dei principali istituti superiori della città, si aggiunge, grazie alla collaborazione con Radio Bruno, un concorso radiofonico aperto a tutti coloro i quali vorranno inviare, tramite un sms o una e-mail, un pensiero sul tema «Come manifesti la tua voglia di vivere?». Per la sezione sms il messaggio può essere inviato al numero 348 2559999; per la sezione mail scrivere a radiobruno@radiobruno.it. Il regolamento del concorso ed il modulo di iscrizione sono scaricabili dal sito www.daiunsensoallavita.com.

Il dramma di 137 lavoratori della Radicifil di Pistoia


Trovarsi da un giorno all'altro senza lavoro, a 45 anni, troppo giovani per poter pensare a qualche forma di prepensionamento, troppo vecchi per poter sperare di essere ricollocati, se e quando la crisi finira'. E il dramma in cui sono finiti i 137 dipendenti della Radicifil di Pistoia, azienda del gruppo Radici di Bergamo, i cui dirigenti hanno comunicato ieri la cessazione dell'atttivita' dello stabilimento pistoiese. Oggi si e' svolta l'assemblea dei dipendenti e un presidio davanti ai cancelli della fabbrica. Ironia della sorte, la cessazione dell'attivita' coincide proprio con il Primo Maggio, festa dei lavoratori.

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...