sabato 13 dicembre 2008

Vespro d'organo nella chiesa dello Spirito Santo


Il maestro Umberto Pineschi è l’interprete del Vespro d’organo in programma domenica 14 dicembre (ore 17) nella chiesa dello Spirito Santo (organo Hermans, 1664).
L’iniziativa è promossa dall’Accademia d’organo «Gherardeschi».
Professore emerito di organo e composizione organistica (è stato per 24 anni titolare di cattedra prima al conservatorio «Rossini» di Pesaro, poi a quello «Martini» di Bologna), Pineschi è organista della Cattedrale di Pistoia, della quale è anche canonico. Inoltre, è direttore artistico della scuola comunale di musica «Mabellini» e consulente della Soprintendenza ai monumenti per la città di Pistoia, nonché presidente onorario dell’Associazione italiana organisti di chiesa.

A Verde Metropolitano si parla di farmaci antitumorali ricavati dalle piante di Pistoia

Farmaci antitumorali dalle piante coltivate a Pistoia. Se ne parla domani (domenica 14 dicembre) a Verde Metropolitano, in onda alle 12.45 e alle 19.30 su Toscana Tv. Ospite della puntata il professor Lorenzo Pecori Vettori, docente di chimica farmaceutica e tossicologica all’Università di Firenze. Saranno trasmesse anche una sintesi di «Giocando con la moda», la sfilata promossa da Confartigianato Pistoia, che ha visto protagonisti un centinaio di modelli per gioco, fra amministratori pubblici, imprenditori e giornalisti, e l’inaugurazione delle tre mostre (fotografia, pittura e oggettistica d’arte) allestite all’interno dell’Istituto d’arte «Petrocchi» di Pistoia.

giovedì 11 dicembre 2008

Natale in città 2008-TUTTI GLI APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA A PISTOIA

Domani (venerdì 12 dicembre) alle 17 nella saletta incontri dell’assessorato alla cultura verrà presentato il libro “Gli occhi della memoria” di Elena Erroi. L’iniziativa, aperta a tutti, sarà introdotta da Nadia Filippi. Sempre domani alle 21.15, nella sala dei concerti di villa Puccini a Scornio, è in programma il concerto “Due secoli a confronto”. Si esibiranno Valeria Brunelli (violoncello) e Simona Paccosi (pianoforte). L’appuntamento è organizzato in collaborazione con la scuola comunale di musica e danza Mabellini.
Sabato 13 dicembre dalle 15.30 alle 17.30 nella Casa Circondariale di Pistoia si svolgerà un pomeriggio in musica organizzato dal Comune in collaborazione con l’associazione Il Delfino. Ad esibirsi sarà il gruppo “Nuovo Latino”. Alle 17 nell’auditorium Terzani della San Giorgio si parlerà del volume “Speranze”, ultima fatica del filosofo e storico della scienza Paolo Rossi. All’iniziativa, organizzata dalla biblioteca in collaborazione con gli Amici di Groppoli, parteciperanno Alessandro Pagnini e Sergio Givone.
All’ospedale del Ceppo, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19, si potrà visitare l’Accademia medica e il teatro anatomico (aperti anche domenica 14 dicembre). Alle 16 ci sarà la presentazione del progetto di solidarietà “Costruire una biblioteca per un sogno a Amawom in Nigeria” e subito dopo verrà inaugurata la mostra fotografica “Il fregio robbiano al piano terra” di Gaetano Severini (apertura fino al 21 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19). Le iniziative sono organizzate dalla Circoscrizione 1 in collaborazione con l’associazione Amici del Ceppo.
Domenica 14 dicembre alle 17 nella chiesa di S.Ignazio di Loyola (Spirito Santo) si terrà un Vespro d’organo con Umberto Pineschi. L’appuntamento è a cura dell’Accademia d’organo “Gherardeschi”. Alle 20.30 al Teatro Bolognini è in programma “Pistoia per Telethon” con musicisti pistoiesi in concerto. L’ingresso è a offerta.
La Circoscrizione 2 organizza, sempre domenica 14 dicembre, un’intera giornata dedicata allo stare insieme. Il programma prevede alle 9.45 la partenza con il pullman per il circolo Arci di Santomato, con ritrovo fissato alle Fornaci, presso la sede della stessa Circoscrizione, e a Bottegone di fronte alle poste in via Pastore. Alle 10.30, dopo un momento di accoglienza dei partecipanti, ci sarà uno spettacolo del folletto Andrea Karangiolo. Alle 11.30 le autorità saluteranno e illustreranno programmi e servizi per il 2009. Alle 12 si svolgerà il pranzo e dalle 15 pomeriggio danzante con ballo offerto dal Dancing Liscio 2000 di Santomato.

mercoledì 10 dicembre 2008

"Le bandiere della moda": sfilata alla facoltà di archiettura di Firenze

Sabato 13 dicembre 2008, a partire dalle ore 15.00 fino alle 20.30 circa, presso il Teatro Studio di Scandicci (Firenze), si svolgerà una sfilata dal titolo Le bandiere della Moda organizzata dal Corso di Laurea in Progettazione della Moda della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.
La città di Firenze e il suo comprensorio, sono conosciuti nel mondo intero come la culla della moda italiana e come principale bacino produttivo dell’accessorio d’abbigliamento.
Dietro questa realtà così importante per l’economia italiana esiste un articolato tessuto di
strutture per la formazione di tecnici e di progettisti di moda: pochi conoscono il livello universi­tario di questa filiera.
In questo senso, l’evento suddetto è stato concepito per mostrare al grande pubblico e, ai
principali media, la significativa realtà formativa, a partire dalle scuole tecniche (come ad
esempio l’Istituto Superiore Petrocchi di Pistoia e il Machina Institute di Brescia), fino a quelli di livello universitario delle varie scuole e corsi di laurea
italiani, compreso l’esempio brasiliano dell’Universidade do Sul de Santa Catarina; il
programma è completato dalla sfilata di vari capi d’abbigliamento concepiti da alcuni stilisti di ricerca come Monica Bolzoni-Bianca e Blu, Alice Favardi-Santoni, Eugenio Vazzano di Melilli, Daniela Corcio-Ikonostas e Matteo Braccialini-Radical Diversity; il programma si conclude con l’uscita della collezione di uno stilista particolarmente conosciuto e apprezzato come Laura Biagiotti.
La serata, che si aprirà con una esibizione degli Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini e, fra l’altro prevede l’audizione di un pezzo di musica contemporanea a firma del Maestro
Riccardo Nova, si concluderà con un cocktail e buffet offerti dal Consorzio per la Tutela dell’Asti D.O.C.G. e dalla
Pasticceria e Cioccolateria Signorini di Quarrata (Pistoia).
L’evento si svolgerà sotto il patrocinio del Comune di Scandicci, Provincia di Firenze, Camera di
Commercio di Pistoia, Comune di Melilli oltrechè dell’Università degli Studi di Firenze.

Una slitta per il Meyer: appuntamento sabato a Monsummano Terme

Consegnare la letterina a Babbo Natale in persona? Salire sulla sua magica slitta? Fare una foto con luì? Divertirsi con i suoi aiutanti Elfi direttamente a casa di Babbo Natale (allestita presso l'Auditorium S. Carlo) a giocare e creare una decorazione per l'albero di natale? Tutto questo sarà possibile dalle ore 14,30 in Piazza G. Giusti a Monsummano Terme, domenica 14 dicembre. "Una Slitta per il Meyer" è infatti l'iniziativa che si svolgerà appunto domenica a Monsummano. Tutte le associazioni di volontariato del territorio (Avis, Auser, Croce Rossa, Misericordia, Pubblica Assistenza), il Centro Commerciale Naturale e la Cooperativa Giodò saranno pronti ad accogliere quanti vogliono passare un pomeriggio immersi nella magica atmosfera natalizia, tra dolci tipici, giochi e tanta allegria. Anche il Natale può rappresentare un' evento per aiutare il prossimo, in questa giornata sostenuta da tutte le associazioni di volontariato e non, il ricavato delle iniziative proposte andrà sostenere il progetto "Per Elisa contro il medulloblastoma" finanziando una borsa di studio in neurochirurgia a favore dell'ospedale pediatrico Meyer. Ad arricchire la giornata dalle ore 10,00 alle ore 19,00 il Comune di Monsummano Terme con la collaborazione dell' Associazione " Donne di Toscana in campo" della C.I.A ( Confederazione Italiana Agricoltori) di Firenze organizza una mostra mercato di prodotti al femminile. "Donne di Toscana in campo" è infatti una mostra mercato che è gia diventata tradizione in varie realtà locali e che domenica prossima a Monsummano Terme sarà presente con imprenditrici agricole provenienti da ogni angolo della Toscana con le migliori prelibatezze dell'agricoltura. Vino, olio, formaggi, ortaggi biologici, miele e derivati, tè ed erbe aromatiche, castagne, zafferano e, peperoncini e tanto altro ancora, sono alcuni dei prodotti esposti alla vendita ed alla degustazione, direttamente dalle imprenditrici agricole.

Ugo Pagliai e Paola Gassman portano a Pistoia l'Enrico IV


ENRICO IV è considerato, insieme ai “Sei personaggi in cerca d’autore”, il capolavoro di Pirandello ed è testo di non facile messa in scena. Hanno raccolto la sfida due storici attori del teatro italiano, Ugo Pagliai e Paola Gassman, coppia inossidabile nella vita e sulle scene che arriva al Teatro Manzoni di Pistoia, da sabato 13 a Lunedì 15 Dicembre, con il “loro” Enrico IV diretti da Paolo Valerio; la scena è firmata da Graziano Gregori, storico scenografo del Teatro del Carretto, un maestro di fama internazionale.
Vent’anni dopo la tragica cavalcata in costume nella quale il protagonista si è ‘fissato’ nel personaggio di Enrico IV che interpretava, Matilde Spina (la donna di cui era innamorato), Belcredi (il suo vecchio rivale in amore), la figlia di lei Frida e il suo fidanzato marchese Di Nolli (nipote dello stesso) vanno da Enrico accompagnati dal dottor Genoni (molto interessato al caso della sua pazzia) con l’intenzione di farlo rinsavire.
Naturalmente l’arrivo di questi ospiti nella villa dove da vent’anni Enrico vive il suo personaggio –nei primi dodici realmente pazzo, negli ultimi otto per dolorosa necessità – con i suoi quattro finti consiglieri segreti ed il fedele maggiordomo travestito da umile fraticello, crea uno sconvolgimento emotivo in tutti i personaggi della vicenda che, ognuno a suo modo, rivive le emozioni del passato e lo stridente contrasto con il presente.
L’idea del dottore è questa: mettere davanti a Enrico IV contemporaneamente Frida e la madre Matilde vestite con lo stesso costume del giorno della cavalcata, in modo da rendere evidente la distanza del tempo e farlo così rinsavire d’un tratto.
Nell’allucinante e vivacissimo dialogo che ne segue, la follia appare come saggezza e la saggezza come inconsapevole follia.
“Perché trovarsi davanti un pazzo sapete cosa significa? Trovarsi davanti uno che vi scrolla dalle fondamenta tutto quanto avete costruito in voi, attorno a voi, al logica, la logica di tutte le costruzioni! Eh, che volete? Costruiscono senza logica, beati loro, i pazzi! O con una logica che vola come una piuma!”.

Al via la terza edizione di Toscana Design Forum

La terza edizione del Toscana Design Forum, momento di riflessione e dibattito sul comparto dell’arredamento, organizzata dall’Associazione degli Industriali di Pistoia, avrà luogo presso il Polo Tecnologico di Quarrata il 12 dicembre prossimo (ad iniziare dalle ore 14.30).
La manifestazione, che ogni anno affronta un aspetto specifico del settore, quest’anno chiamerà imprenditori, forze politiche, amministratori e forze sociali a confrontarsi sui temi dell’internazionalizzazione, che ha permesso lo sviluppo delle aziende del comparto, ma che oggi impone di essere affrontato con piglio meno pionieristico e più manageriale.
Sarà questa la provocazione su cui si articolerà la relazione introduttiva di Paolo Borzatta, (TEH Ambrosetti), che preluderà alla tavola rotonda – moderata da Giorgio Lonardi, giornalista di Repubblica – a cui parteciperanno Paolo Bianco, di BPA International, Armando Bruno, Studio Marco Piva, e Federico Pratesi, di Pratesi Casatex.

Confartigianato in tour 2008 - GUSCI DI NOCE PER IL PRESEPE IN CATTEDRALE DI FRANCO MELANI

PISTOIA - Gesù bambino nasce in un guscio di noce… Potrebbe sembrare l’inizio di una favola sul Natale, ma è invece la realtà scelta da Franco Melani per il presepe allestito nella cattedrale di Pistoia nell’ambito del ciclo Confartigianato in tour.
Ancora una volta l’eclettico stilista di Valenzatico ha scelto di usare materiali inediti per dare vita alle figure e alle ambientazioni di quei suoi singolari e suggestivi presepi che ogni anno attraggono fedeli e curiosi nella cripta di San Zeno.
Il “Presepe di gusci di noce” verrà inaugurato domenica 14 dicembre alle 11,30, alla presenza di monsignor Mario Leporatti e dello stesso artista, nel corso di una breve cerimonia che sarà allietata dalla voce della cantante Carolina Calistri che eseguirà a cappella alcuni brani natalizi.
Un quintale e mezzo di noci è quanto ha messo in pista Melani per dare corpo alla sua nuova creazione: “ho regalato noci ad amici e conoscenti, chiedendo che, dopo averle mangiate, mi restituissero i gusci”.
E con quei gusci, spezzati, incollati, assemblati e decorati, Melani ha realizzato una nuova straordinaria composizione per rendere omaggio al Natale. Anche la capanna dove nasce Gesù bambino ha la forma di un gigantesco guscio di noce, costruito in cartapesta. Sarà ancora una volta una sorpresa tutta da scoprire.
Il presepe resterà allestito nel duomo pistoiese fino al primo febbraio.

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...