sabato 27 settembre 2008

Perbacco&Co “Le Vetrine Rurali”. Inaugurato il “Punto Quarrata”

Si è aperto con grande slancio anche questo fine settimana con i primi 5 appuntamenti in calendario “La Quercia in poltrona”, “Degustazione ad arte”, “Profumi e sapori”, “L’oliva di moda” e “Betti& Boutique” con una gradita incursione delle telecamere di Toscana TV. Alla presenza del Sindaco Sabrina Sergio Gori e dell’Ass. Martina Nannini si è inaugurato il “Punto Quarrata” una vetrina importante ed un opportunità per offrire un importante servizio per chi vuole visitare e conoscere il nostro territorio grazie al coinvolgimento di tutte le aziende economico-turistiche presenti sul nostro territorio. Ma la serata è stata anche un grande esempio di generosità e solidarietà da parte delle Aziende ed i Negozi che aderiscono al Perbacco&Co 2008 i quali hanno offerto: valige, jeans, borse, scarpe, vasi, lampade di arredamento, biscotti, vino, olio, apparecchiature tecnologiche ed attrezzi sportivi. Sono oltre 30 gli articoli offerti, un successo davvero importante, tale che ha suggerito agli organizzatori di rimandare, visto l’elevato numero di articoli, l’incanto ai prossimi giorni e si sta già studiando l’occasione migliore in collaborazione con Don Mauro della Parrocchia di Santa Maria Assunta.
Sabato 27 settembre altri 5 appuntamenti “Vestiamoci di dolcezza” presso Abbigliamento Fiorenza Via Pistoia 26/28 in collaborazione con Bar Grazia, “Musica dal Vivo” presso CentroOrafo Viale Montalbano 133 in collaborazione con L’Ortolano di Melani Federico, “Caffè &Moda” presso Dixie Via Roma 31 in collaborazione con Caffè&Caffè, “L’olio in Borsa” presso Bagaglio Pelletteria P.zza Risorgimento 1 in collaborazione con PAM e “Vesticiok” presso Vestiflor 2 Via Statale 179 in collaborazione con Pasticceria Signorini. Mentre Domenica 28 settembre sarà la volta di “Eventi Divini” presso Mercatone Florenzi – Arredo Casa in collaborazione con Fattoria La Costaglia.
Continuano le iscrizioni alla “Caccia al Tesoro” del 5 ottobre, le Votazioni per “La Vetrina Rurale” in collaborazione con Il Tirreno ed il concorso per “Il Miglior Video” della manifestazione in collaborazione con La Nazione.
Per informazioni tel.333 3596073, 392 9982282, e-mail:info@perbacco.toscana.it sito:www.perbacco.toscana.it

venerdì 26 settembre 2008

Nando Dalla Chiesa ospite del Caffè della Versiliana a Montecatini

Nando Dalla Chiesa ospite, domenica 28 settembre, del Caffè della Versiliana a Montecatini Terme (Pt) nell’ambito degli incontri promossi dal Comune di Montecatini Terme e la Fondazione La Versiliana al Caffè Gambrinus (inizio ore 21,30. In caso di pioggia l’incontro si terrà alle Terme Excelsior in Via Verdi, 61). Ad intervistarlo il Direttore del “Corriere Fiorentino”, Paolo Ermini. Conduce Romano Battaglia.
Un incontro per parlare di politica, del Partito Democratico di cui fa parte dopo aver militato tra le fila della Margherita, e dei Verdi prima, della sua esperienza di sottosegretario all’Università e alla Ricerca durante il secondo Governo Prodi ma anche di temi come giustizia, e mafia, quest’ultimo particolarmente vivo dentro il Dalla Chiesa uomo dopo avergli portando via il padre Carlo Alberto, all’epoca Prefetto di Palermo, in un attentato il 3 settembre dell’82. Una ferita che ha sfogato nelle storie e nell’amore delle pagine del libro “Le ribelli - Storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore"; sette storie di donne siciliane che hanno detto no al potere della mafia e al suo clima di terrore e in “Delitto Imperfetto. Il generale, la mafia, la società italiana”, scritto nell’84 per raccontare la storia di un “figlio in cerca dei veri responsabili dell’assassinio del padre”. Ma la macchia e la ferita della mafia è presente in altre sue pubblicazioni come “Il potere mafioso. Economia e ideologia” e “Il dizionario del perfetto mafioso”, sarcastico manuale per “riconoscere” partendo dal “dimmi come parli e ti dirò chi sei” del ’90.
Fiorentino di nascita, classe ’49, non c’è solo la mafia, la politica, la sua carriera universitaria; c’è anche lo sport tra le sue “passioni” nel descrivere “la notte di magia” di Italia-Germania 4 a 3, la “partita del secolo”, oppure la meravigliosa storia del calciatore artista Gigi Meroni in “La farfalla granata. La meravigliosa e malinconica storia di Gigi Meroni il calciatore artista” e ancora, la “leggenda di Armando Picchi, il livornese neroazzurro”.
Un incontro per parlare di tutto il mondo di Dalla Chiesa, l’icona dell’anti-mafia italiana.
Info La Versiliana: tel. 0584 795565-99 – redazione.incontrialcaffe@laversilianafestival.it www.laversilianafestival.it
Info Comune di Montecatini Terme: tel. 0572 918248-58 – turismo@comune.montecatini-terme.pt.it

giovedì 25 settembre 2008

Uberto Bonetti, un futurista a Pistoia


Si intitola “Uberto Bonetti, un futurista a Pistoia” la mostra che si inaugura sabato 27 settembre alle 17 presso la galleria Studio d’arte 54 di via Curtatone e Montanara a Pistoia.
L’omaggio al grande pittore futurista, autore tra l’altro della celeberrima maschera di Burlamacco, simbolo del carnevale di Viareggio, anticipa le iniziative che si svolgeranno nel 2009 in tutta Italia per celebrare il centenario della nascita del movimento futurista ma anche la stessa nascita dell’artista (gennaio 1909) scomparso nel 1993. Peraltro, contemporaneamente alla mostra pistoiese se ne inaugura un’altra presso la Collegiata del Duomo a Carrara.
Originario di Viareggio, Bonetti fin dal 1926 si occupa di grafica pubblicitaria, iniziando a collaborare con importanti esponenti delle avanguardie pittoriche come Lucio Venna. Disegnatore e caricaturista per importanti riviste e giornali quali “La lettura” e il quotidiano romano “La tribuna”, Bonetti entra a far parte del gruppo futurista della lucchesia, realizzando numerose opere anche nel campo della scenografia e dell’architettura cinematografica. Suoi pezzi sono presenti in importanti collezioni private e musei, tra cui il Musée de l’Homme di Parigi, il Museo delle tradizioni popolari di Roma, il Musée du Carneval di Binche, il Museo Piaggio, il Museo nazionale di San Marino, la Collezione Salce di Treviso e altri.
I legami di Bonetti con la provincia di Pistoia iniziano negli anni Cinquanta, quando realizza una campagna pubblicitaria per la ditta Lenzi di Quarrata. Pistoia, poi, gli renderà omaggio nel 1992, con una mostra allestita nelle Sale affrescate del palazzo comunale. In quell’occasione l’autore consegna all’attrice Marisa Fabbri un dipinto che la ritrae nei panni della maschera di Francesco Andreini, Capitan Spaventa dalla Valle Inferno, e dona all’amministrazione comunale una serie di pezzi futuristi che oggi sono esposti presso il Teatro Manzoni.
Curata da Mario Melani e Alessandro Tomasi, la mostra allo Studio d’arte 54 si compone di una trentina di pezzi, tra cui diverse visioni futuriste di Pistoia, comprese due tecniche miste dove appaiono anche le poste di via Roma con la loggia preesistente.
L’esposizione, ad ingresso gratuito, resterà aperta fino al 10 ottobre.

mercoledì 24 settembre 2008

La Montagna Pistoiese su Verde Metropolitano


Le sinergie possibili tra gli operatori economici della montagna pistoiese e quelli della valle dell’Ombrone. Il tema è stato al centro di un forum che si è svolto a Cutigliano, promosso dall’Associazione produttori del verde «Moreno Vannucci» e sarà anche l’argomento della puntata di Verde Metropolitano in onda domenica alle 12.45 e alle 19.30 su Toscana Tv. Ospiti della trasmissione, tra gli altri, l’ingegner Fausto Martinelli, vicecapo nazionale del Corpo Forestale dello Stato, il sindaco di Cutigliano Marina Lauri e il consigliere regionale Daniela Belliti.

Sit-in di protesta dei floricoltori di Pescia davanti alla sede della Provincia


PISTOIA - Sit-in di protesta, ieri mattina, in piazza San Leone, davanti alla sede della Provincia, organizzato da Coldiretti, al quale hanno preso parte una sessantina di operatori della floricoltura di Pescia e dintorni, presente anche il sindaco della città dei fiori, Antonio Abenante.
«Vogliamo che si provveda al sostegno della floricoltura – ha spiegato il direttore provinciale di Coldiretti, Pietro Piccioni, che era insieme al presidente provinciale della Confederazione, Riccardo Andreini – che tutti stanno abbandonando considerandola ormai una cenerentola dell’economia locale, destinata secondo alcuni a essere divorata dalla globalizzazione».
«Chiediamo alle istituzioni di essere vicine in maniera concreta – ha proseguito Piccioni – ad un settore così importante, che non si può lasciare da solo senza politiche di sostegno e di indirizzo e senza un mercato dei fiori adeguato, tanto più che oggi c’è un ritorno alla territorialità delle produzioni, al chilometro zero, sia per il contenimento dei costi al consumo che per ragioni di inquinamento generato dallo spostare le merci a grandi distanze».
Una delegazione dei floricoltori guidata da Piccioni e Andreini è stata poi ricevuta dal presidente della Provincia Gianfranco Venturi, al quale sono state illustrate alcune richieste della categoria, che vanno dalla definizione di un progetto per la floricoltura capace di precisare una strategia di settore in relazione al mercato globale e che tenga conto delle potenzialità e delle risorse territoriali, con particolare riguardo alla specificità del tessuto imprenditoriale, fino alla definizione rapida della questione del mercato con la destinazione di specifici impegni finanziari, «in linea con quanto più volte promesso in incontri pubblici ed interventi sulla stampa».
«È ormai indispensabile – ha concluso il direttore Piccioni – passare dalle parole ai fatti per dare sostanza agli impegni assunti, certi che gli imprenditori faranno come sempre la loro parte. Non si possono sopportare ulteriori ritardi che stanno determinando ripercussioni negative non solo tra i floricoltori, ma su tutto l’indotto e quindi sull’economia del territorio, generando una situazione che potrebbe divenire ingovernabile».

Cgil in piazza contro le politiche del Governo

La Cgil scende in piazza contro le politiche del Governo Berlusconi e lo fa in 100 città italiane, compresa Pistoia, «dove le ricadute per le scelte sbagliate dell’esecutivo – spiega il segretario provinciale della Camera del lavoro, Daniele Quiriconi – potrebbero farsi sentire addirittura più che altrove».
La manifestazione si svolgerà sabato (dalle 9 alle 12) in piazza Duomo e in caso di pioggia nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale.

martedì 23 settembre 2008

Congresso provinciale Adiconsum

PISTOIA - Si svolgerà venerdì, a partire dalle 15.30 a Villa di Groppoli, il congresso provinciale dell’Adiconsum, l’associazione dei consumatori che fa capo alla Cisl.
Al centro del dibattito, oltre al bilancio dell’attività compiuta negli ultimi quattro anni, un tema di grande attualità, che riguarda molte famiglie: quello dei mutui casa, alla luce delle nuove disposizioni legislative e dei continui aumenti dei tassi di interesse.

lunedì 22 settembre 2008

Industria e vivaismo: sinergia possibile


Una delegazione di Assindustria guidata dal presidente Oriana in visita all’azienda Vannucci per indi­viduare difficoltà comuni ai due settori Sinergia possibile fra industriali e vivaisti. Sono molti, infatti, gli interessi comuni fra questi due mondi apparentemente molto diversi fra loro. Il presidente Giuseppe Oriana insieme al direttore Car­lo Stilli e altri funzionari del­l'Associazione degli industriali di Pistoia nei giorni scorsi hanno visitato la sede della Vannucci Piante, e dell'Associazione interna­zionale produttori del verde "Moreno Vannucci", accom­pagnati da Vannino Vannuc­ci e da Renzo Benesperi. La corposa delegazione è stata accolta nella show room del vivaio e successiva­mente si è addentrata fra serre e filari di piante; un pa­norama inconsueto per chi, pur abituato a girare nelle aziende, è solito conoscere capannoni, uffici e piazzali di natura decisamente diversa. Uguale, tuttavia, l'organizzazione della produzione, lo zelo e l'impegno dei lavoratori, la ricerca dell'ottimiz­zazione dei sistemi di carico e scarico e della logistica in generale. Dopo la visita, c'è stata an­che la possibilità di scambiarsi idee e vedute ed indi­viduare difficoltà comuni ai due settori.
Si è per esempio accenna­to al problema della viabilità, alla questione della ge­stione e l'utilizzo delle ac­que, al sistema del credito, alla necessità di innovare e qualificare prodotti e perso­nale, alla comunicazione e l'utilizzo dei media, al gran­de tema della rappresentan­za degli interessi verso le pubbliche amministrazioni.
Vannucci ed Oriana han­no condiviso una serie di analisi di massima; e si sono dati tempo per valutare se esistano spazi e modi per in­dividuare tematiche comuni ed approfondirle in maniera sinergica, ripromettendosi futuri percorsi condivisi.

domenica 21 settembre 2008

Marina Ripa di Meana presenta il suo ultimo libro a Montecatini

Marina Ripa di Meana presenta stasera (ore21.30), al Caffè della Versiliana a Montecatini Terme (Pt) il suo ultimo libro “Roma al rogo” scritto con il giornalista de “Il Messagero”, Costanzo Costantini (conduce Romano Battaglia). L’eccentrica attrice, scrittrice e stilista sarà ospite del salotto dello storico Caffè Gambrinus (Viale Verdi, 26) salita nuovamente alla ribalta delle cronache per le sue pose nude alla venera età di 66 anni per scopi benefici (sostenere un’associazione che lotta contro i tumori), “racconta”, nel suo ultimo libro com’è cambiata Roma nel corso degli anni intrecciando il ricordo di molti episodi a incontri vissuti in prima persona.
Dopo lo “scandalous” “I Miei primi quarant’anni”, libro autobiografico – era l’84 - dove ha rivelato le sue avventure erotiche, e lo schioccante, e ultimo “Cocaina a colazione”, diario verità sulla sua relazione, negli anni ’70, con il pittore Franco Angeli che l’ha portata a prostituirsi per poter comprare all’amante la cocaina arrivando a dichiarare che “rifarei tutto ciò che ho fatto per lui, compreso prostituirmi per procurargli la droga”, l’eccentrica attrice dipinge senza peli sulla lingua il mutamento della città eterna contaminata dalla “polvere bianca” e dal sesso mercenario, dalle sette sataniche che avvelenano il Vaticano al diffuso degrado urbanistico, dall'invasione degli extracomunitari alla cialtroneria di molti politici. Un libro scritto con pungente ironia, e quel pizzico di cattiveria che rende i tanti piccoli peccati che si consumano nella capitale e nei suoi ambienti, da quello dello spettacolo alla politica, unica e irriproducibile.

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...