sabato 5 gennaio 2008

Successo a Pistoia per la prima di "Concerto in tempo di guerra"


Successo per la prima di “Concerto in tempo di guerra. Idea scenica per due pianoforti”, il singolare evento che getta un nuovo ponte fra teatro, danza, musica, poesia e pittura e che è andato in scena ieri sera allo spazio del Centro Arte Danza di via Molino di Gora a Pistoia (con repliche stasera alle 21 e domani alle 17). Pochi i posti disponibili (una trentina di spettatori a replica) per assistere alla performance ideata da Vanni Carlo Menichi con testi di Roberto Carifi (“La pietà e la memoria”) sotto l’egida di K-Lab, gli organizzatori del Sonar Film Festival di Firenze, e con la collaborazione di maestri di danza di grande livello, come Claudio Mura e Claudio Cesaroni. Il contatto con il pubblico, che è collocato allo stesso livello dei performer, è tipico del segno stilistico di Menichi che con questo spettacolo torna alla regia portando con sé un’esperienza ventennale che lo ha visto realizzare numerose rappresentazioni in gallerie d’arte contemporanea e in spazi comunque inusuali, come il bagno Capri di Forte dei Marmi, sempre in collaborazione con personaggi importanti del panorama artistico nazionale (dal futurista Crali a Miccini, Barni, Buscioni, Bovani e altri). Con il suo gruppo storico, il Centro Studi Ricerche Espressive, Menichi fu peraltro l’unico toscano, insieme ai Magazzini Criminali, ad essere invitato a partecipare alla Quadriennale di Roma che, nei primi anni Ottanta, fece il punto della situazione sulle avanguardie teatrali. Due pianoforti a coda sono al centro dello spazio scenico, animati dagli eccellenti maestri del Duo di Firenze, Sara Bartolucci e Rodolfo Alessandrini, creatore quest’ultimo anche delle musiche dello spettacolo che nasce come seconda tappa di un percorso che un anno fa ha visto realizzare alla Limonaia di Sesto Fiorentino la performance “Omaggio a Sun Tzu”, a partire dal celebre testo sull’arte della guerra.

venerdì 4 gennaio 2008

PISTOIA AL SECONDO POSTO DELLA CLASSIFICA ECOSISTEMA BAMBINO 1998-2008

Pistoia si conferma Ecosistema a misura di bambino. A dirlo è l’annuale classifica stilata da Legambiente, che è stata presentata questa mattina (4 gennaio) a Roma nel corso di una conferenza stampa, nella sede dell’associazione di via Salaria. Il Comune di Pistoia ha ottenuto il terzo posto a livello regionale nella classifica relativa al 2008, con 71,02 punti (dopo Firenze, che ne ha totalizzati 80,69 e Livorno, con 72,59) e si è piazzato al dodicesimo posto della graduatoria nazionale, confermando le sue caratteristiche di territorio dove la partecipazione degli under 14 è elevata e di qualità.
Ma l’elemento di maggiore spicco sta nel fatto che Pistoia risulta essere seconda a livello nazionale nella classifica che riassume i primi 10 anni dell’indagine di Legambiente. Soltanto la città di Modena infatti, che si è aggiudicata il podio, sta davanti a Pistoia, che si conferma così la città toscana più a misura di bambino degli ultimi 10 anni.
“Al di là delle classifiche – commenta il sindaco Renzo Berti – e dei punteggi, questo riconoscimento ci riempie di soddisfazione ed è il segno di un’attenzione reale e concreta nei confronti dell’infanzia e della fanciullezza, che per la nostra comunità è motivo di profondo orgoglio. Come amministrazione comunale siamo impegnati a migliorare ulteriormente la vita dei bambini a Pistoia, infatti una città a misura di bambino è, in ultima istanza, una città a misura di uomo. I nostri sforzi nel 2008 si concentreranno nel dare risposte alle tante richieste registrate nell’ambito degli asili nido, dove già partiamo da una buona base, e dove intendiamo migliorare ulteriormente”.I parametri presi in esame da Ecosistema Bambino 2008 vanno dagli strumenti di coinvolgimento messi in campo dalle amministrazioni (consulte giovanili, consigli comunali dei ragazzi, incontri e occasioni di confronto con le istituzioni), alle forme di partecipazione (azioni di adozione del territorio, progettazione partecipata), alla presenza e al funzionamento di strutture e uffici dedicati ai giovani, alla quantità e qualità dell’offerta culturale (musei, aree riservate, eventi, teatri, ludoteche, biblioteche), alle iniziative di promozione culturale e sociale ad hoc per i cittadini più piccoli (pubblicazioni e riviste per ragazzi, manuali educativi, feste, rassegne cinematografiche, soggiorni in città e fuori città, corsi, laboratori).
“L’associazione – spiega il presidente Legambiente Pistoia Antonio Sessa – è intenzionata a rilanciare l’anno prossimo l’iniziativa attraverso un’analisi che dovrà tenere maggiormente conto del rapporto tra scuola e territorio e della cittadinanza attiva, due temi centrali nella considerazione della qualità della vita dei bambini. Pistoia ha dimostrato di aver adottato buone pratiche nel corso degli anni, e questo ci riempie di soddisfazione. E’ necessario tuttavia trovare modi per sviscerare la tematica in modo più profondo, ed è quello che faremo fin dalla prossima edizione”.

Il Comune di Pistoia bandisce tre nuovi concorsi nell’area culturale

Il Comune di Pistoia bandisce tre nuovi concorsi nell’area culturale e dei servizi legati alla biblioteca. I bandi, già disponibili sul sito internet www.comune.pistoia.it, interessano un posto per dirigente della cultura a tempo determinato; un posto di esperto di biblioteca categoria D1 a tempo indeterminato e due posti di assistente di biblioteca a tempo indeterminato categoria C1, di cui uno riservato a disabili (legge 68/99).
Per quanto riguarda i due posti categoria C1, le domande dovranno essere presentate entro il 26 gennaio e il concorso consisterà in una prova scritta ed una orale; mentre per quello relativo ad un posto categoria D1 (scadenza per le domande fissata al 28 gennaio) le prove saranno tre: scritto, prova teorico-pratica ed orale. In questo caso i titoli di studio richiesti sono: laurea in lettere, scienze dei beni culturali, filosofia, scienze storiche; laurea specialistica in archivistica e biblioteconomia; diploma universitario di operatore dei beni culturali o laurea equipollente; diploma di laurea in conservazione dei beni culturali, lettere, Storia, filosofia o diploma di laurea equipollente.
Il bando per dirigente a tempo determinato (per la durata di tre anni) prevede una selezione che avverrà sulla base dei titoli presentati ed un colloquio. In questo caso i titoli richiesti sono: laurea specialistica (nuovo ordinamento) o laurea del vecchio ordinamento (4 o 5 anni); servizio per almeno 5 anni prestato nella pubblica amministrazione in posizioni di lavoro corrispondenti all’attuale categoria D (ex VII ed ex VIII qualifica funzionale); oppure nel settore privato in attività professionali con mansioni sostanzialmente equiparabili alla categoria D. Le domande, anche in questo caso, dovranno essere presentate entro il prossimo 28 gennaio.
Per eventuali chiarimenti e informazioni gli interessati possono rivolgersi all’URP e al Servizio Personale del Comune dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13; anche per telefono ai seguenti numeri: numero verde 800012146 – 0573/21331 – 0573-371221 – 0573/371233.

Tele 2 rimborsa 116 utenti pistoiesi


Centosedici utenti pistoiesi di «Tele 2» saranno rimborsati di tutte le spese sostenute per fatture emesse dalla compagnia telefonica e in più riceveranno una cifra forfetaria che varia dai 150 ai 350 euro, come riconoscimento del danno subito a seguito dell’attivazione di contratti ritenuti vessatori.
Della vicenda si era occupata l’Unione nazionale dei consumatori di Pistoia, che aveva avviato la procedura conciliativa presso il Garante delle comunicazioni a Napoli.
«Siamo soddisfatti del risultato conseguito – spiega Osvaldo Rastelli, presidente provinciale Unc -, e soprattutto siamo contenti di aver risolto una vicenda che aveva creato non pochi problemi a diversi cittadini pistoiesi. Dopo aver avviato la procedura conciliativa a Napoli, la società telefonica ci ha contattato e insieme abbiamo concordato il risarcimento per gli utenti, che si erano rivolti ai nostri uffici nei mesi scorsi segnalando l’attivazione di contratti anomali».

giovedì 3 gennaio 2008

Ecco come sarà il 2008 secondo il sensitivo Pagnini


«I segni di fuoco saranno stabili nelle situazioni: iniziarne di nuove per loro non sarà molto favorevole, meglio aspettare l'ultimo trimestre del 2008. Il leone sarà privilegiato e godrà di benefici nella sfera sentimentale. I segni d’acqua potranno raggiungere qualche obbiettivo che da tempo attendono, ma sarà la primavera la fase di miglioramento, anche per gli incontri amorosi. Per i segni d’aria è in arrivo la realizzazione finanziaria, per il resto bisognerà attendere momenti migliori, che arriveranno verso luglio. I segni di terra saranno i favoriti in generale per tutto 2008, in particolare capricorno e vergine, che potranno beneficiare dei pianeti positivi, specialmente Giove».
Le previsioni sono del sensitivo Massimo Pagnini, meglio noto come il mago di Casalguidi, che basa i suoi vaticini sulla data di nascita dei personaggi. Pagnini è specializzato nei pronostici sportivi (e spesso ci azzecca). Per Valentino Rossi, per esempio, prevede un anno importante, di cambiamento. Per quanto riguarda il calcio, Pagnini prevede una conferma nella crisi della Fiorentina, ma la vera novità sarà l’Inter che stenterà a mantenere il passo è probabilmente sarà raggiunto dalla Juve, che potrebbe addirittura aggiudicarsi lo scudetto. La Pistoiese dovrebbe riuscire a regalare qualche soddisfazione ai tifosi.
Per quanto concerne la politica, Pagnini dice che il 2008 non sarà un anno di cambiamenti per il sindaco Berti, cambiamenti che invece arriveranno nel 2010, mentre su scala nazionale, il mago di Casalguidi prevede un accentuarsi della crisi di governo a partire dal 13 febbraio.

Domenica la Befana scende dal campanile del Duomo di Pistoia

Tutti con gli occhi all’insù, domenica 6 gennaio, in piazza Duomo a Pistoia per assistere ad uno degli appuntamenti più amati dai piccini (e non solo), ossia la discesa della Befana dal campanile della Cattedrale. Com’è ormai tradizione (quella di quest’anno è la 14esima edizione), a soccorrere la simpatica vecchietta, che anche questa volta, c’è da scommetterci, avrà qualche problemino con la scopa, ci saranno i pompieri, che faranno trascorrere una giornata da favola a tutti i bambini pistoiesi che seguiranno l’avvenimento, promosso come sempre dal Comune e dal comando dei Vigili del fuoco di Pistoia. Tutto si svolgerà nel segno della tradizione, ma sono previste anche alcune novità, presentate ieri in conferenza stampa da Sonia Iozzelli, dirigente del Comune di Pistoia, Luciano Burchietti e Marco Lucchesi (vigili del fuoco) e dai rappresentanti delle organizzazioni scout.
Si comincia già al mattino, dalle 10, con il «Giocascout», tre aree di animazione ed attività proposte dai gruppi Agisci e Cngei, fino alle 12.30. Dopo la pausa pranzo, a partire dalle 14.30 apre lo stand «Giro gioco - giocattoli giocati in cerca di amici», un divertente scambio di doni nel corso del quale i bambini potranno portare un loro giocattolo usato e prenderne un altro lasciato da altri ragazzi. Alle 16.30 inizio ufficiale della manifestazione sul palco centrale, con la partecipazione della filarmonica Borgognoni e degli allievi della scuola media Marconi-Anna Frank. La simpatica vecchietta, come ogni anno, spiccato il volo dalla torre di Catilina subirà un’avaria alla scopa, che la porterà a sbattere contro il campanile del Duomo. Soltanto il provvidenziale intervento dei Vigili del fuoco riuscirà a far atterrare la Befana, debitamente imbracata, tra i bambini, ai quali donerà caramelle e cioccolatini, come vuole la tradizione.
La Befana pistoiese, diventata evento pubblico a partire dal 1994, ha acquisito nel corso degli anni un’importanza sempre maggiore e puntualmente, ogni anno, oltre 7mila persone si danno appuntamento in piazza Duomo per seguire le peripezie della vecchietta e le acrobazie dei vigili del fuoco, che prestano la loro opera, durante tutta la giornata, in modo spontaneo e a titolo completamente gratuito. La manifestazione si è arricchita nel corso degli anni di atti concreti a favore degli altri. Così, anche per questa edizione è stata attivata la lotteria «Accendi la solidarietà-spengi l’indifferenza», che vede come premi in palio un’automobile, una crociera e due abbonamenti annuali ai quotidiani cittadini. L’obiettivo degli organizzatori è riuscire a vendere almeno 9.000 biglietti. Il ricavato di questa ottava lotteria andrà ai dieci gruppi scout che nella provincia di Pistoia aiutano mille ragazzi a diventare grandi con la loro attività.

mercoledì 2 gennaio 2008

Cassonetti della spazzatura sotto le finestre di casa: insorge un'itera via


PISTOIA - Aprono le finestre di casa e come visuale hanno quattro cassonetti dei rifiuti, con tutti i problemi che è facile immaginarsi, a partire dal cattivo odore che entra nelle abitazioni, già adesso che fuori è molto freddo.
«Figuriamoci cosa accadrà quando, con l’arrivo della primavera, comincerà ad alzare la temperatura», dice preoccupata Giuliana Innocenti, le cui finestre di camera sono a meno di cinque metri dai cassonetti.
Il problema è cominciato una settimana fa e ha sconvolto la vita ad una decina di famiglie che abitano in via Castel dei Frosini, una traversa di via Erbosa (Pistoia Sud).
Adesso gli abitanti del posto si sono rivolti all’Unione nazionale consumatori, che ha richiesto un incontro con Publiambiente, per cercare di risolvere la questione.
«Prima i cassonetti – spiega Osvaldo Rastelli – erano posizionati ad una cinquantina di metri dall’attuale collocazione, ma essendo vicini ad una cabina dell’Enel sono stati spostati per questioni di sicurezza. Nulla da eccepire, se non il fatto che quello scelto non è l’unico spazio disponibile, anzi probabilmente è quello che penalizza di più i cittadini che abitano in quella via».
«Non riusciamo neppure a dormire – dice Amos Violi -, perché i camion vengono a caricare i rifiuti durante la notte e fanno un rumore infernale».
«L’attuale collocazione dei cassonetti – aggiunge Vito Curcio – mi impedisce di accedere alla mia abitazione con il furgone, perché non è rimasto neppure lo spazio per fare manovra. Per giunta, anche la carreggiata si è ridotta e a volte si creano file di macchine, i cui fumi di scarico entrano nelle nostre case».
«Questa zona – conclude Rastelli – aveva già le sue penalizzazioni a causa dei rifiuti, essendo poco distante dall’impianto di smaltimento del Dano, adesso c’è anche questo ulteriore disagio, che tuttavia speriamo venga presto risolto».

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...