sabato 7 giugno 2008

PISTOIA BLUES XXIX EDIZIONE: PRIME DATE ITALIANE PER LENNY KRAVITZ E DEEP PURPLE


Ventinovesima edizione per il Pistoia Blues, una delle più importanti e longeve rassegne musicali italiane, inserita anche tra i 5 Festival Blues più importanti d’Europa. L'edizione 2008, confermando uno standard qualitativo molto alto e la sua tipica ambientazione nello splendido scenario del centro storico cittadino, si preannuncia davvero come un grande evento, sia per la presenza di ospiti internazionali del calibro di LENNY KRAVITZ e dei DEEP PURPLE sia per le numerose prime nazionali in cartellone.
I protagonisti principali del Festival saranno anche per l'edizione 2008 distribuiti nel secondo week-end di luglio, con un' importante anteprima dei JETHRO TULL che apriranno il festival il 5 luglio, unica data toscana della band inglese - capitanata dal carismatico Ian Anderson e dal leggendario chitarrista Martin Barre - nel nostro paese per celebrare il 40esimo anniversario dall’uscita del loro primo album ufficiale.
Le tre giornate del Festival saranno articolate in varie iniziative tra workshops, concerti, incontri, letteratura, cinema e show cases nelle varie sedi del festival: Piazza Duomo, Teatro Bolognini, Fortezza di S. Barbara, Melos e Piazza della Sala. Il palco più hot sarà quello tradizionale di Piazza Duomo, splendida cornice che quest’anno ospiterà grandi interpreti.
Come sempre poi grande attenzione sarà dedicata al mondo giovanile e alle formazioni emergenti grazie ad Obiettivo Bluesin che giunto alla 13° edizione, con oltre 700 gruppi partecipanti alle selezioni, promuove i giovani artisti italiani più meritevoli.
L'edizione 2008 prevede anche la collaborazione con altri festivals internazionali ed un progetto da nome "Blues Trail" nato per valorizzare il blues "made in Europe", con mainifestazioni che si svolgeranno in Polonia, Svezia e Norvegia.
Venerdì 11 Luglio
Sarà una serata all'insegna del suond rock americano del sud quella che aprirà la kermesse pistoiese, con l'originale bluesman e veterano del Vietnam WATERMELON SLIM a fare da battipista ad una leggendaria band californiana come quella degli HOT TUNA, per la prima volta in formazione completa al Festival (Jorma Kaukonen e Jack Casady, con loro il mandolinista Barry Mitterhoff), che si esibirà nel suo repertorio di musica popolare statunitense, passando dal folk al blues all'improvvisazione.
Sarà poi il turno di JOHNNY WINTER, con la sua leggendaria chitarra, che scalderà il pubblico di Pistoia dopo 5 anni di assenza da questo palco, pronto a soddisfare le attese per uno dei migliori chitarristi blues-rock di tutti i tempi.
Infine, chiuderà la prima serata del Festival una prima assoluta per l'Italia e per il Pistoia Blues: DICKEY BETTS & GREAT SOUTHERN, il leggendario fondatore di quella macchina da guerra che sono gli Allman Brothers Band. La sua chitarra e quella di Duane Allman hanno praticamente dato il via al genere di gruppi che successivamente avrebbero preso il nome di "jam band". I Great Southern, band che l'accompagna nella sua esibizione, vedono anche alla chitarra il figlio Duane Betts.
Sabato 12 Luglio
Sarà questa la giornata centrale del Festival tra tradizione, virtuosismo e talento allo stato puro. Una serata che vedrà suonare 5 formazioni, tutte con caratteristiche forti e di grande carisma scenico. Ad aprire le danze sarà il British blues dei NINE BELOW ZERO che presenteranno a Pistoia il loro ultimo album (il fondatore, Dennis Greaves, è considerato il miglior chitarrista blues inglese di sempre!), seguiti da un'icona del rock americano come COMMANDER CODY. Dopo un warm up di tutto rispetto, una pausa acustica ma non per questo meno coinvolgente: TOMMY EMMANUEL chitarrista australiano, già enfant prodige, delizierà il pubblico presente con il suo stile personalissimo e il suo talento assoluto.
Il virtuosismo di ANDY TIMMONS, chitarrista americano conosciuto come uno dei "guitar heroes" con Satriani, Vai, Johnson e Morse (che incontrerà poco dopo sullo stesso palco), riporterà il pubblico sulle calde sonorità elettriche delle serata, giusto prima di introdurre gli headliner della serata: i DEEP PURPLE. Questi signori, per i quali il tempo sembra essersi fermato, rappresentano l'eccellenza dell’hard rock di qualità: rock allo stato puro, grinta e brani che hanno fatto la storia della musica, per una band leggendaria che dopo il concerto memorabile del 1999 al Pistoia Blues (con un sold out…) tornano sul palco del festival toscano per la prima data italiana del breve tour estivo.
Domenica 13 Luglio
L’ultima serata del festival si apre con JOHN LEE HOOKER JR., figlio del grande John Lee Hooker, per la prima volta al Festival Blues con il suo recente lavoro Cold as Ice.
Il finale sarà però interamente affidato ad uno dei più grandi polistrumentisti del momento, parliamo di LENNY KRAVITZ, l’artista californiano che presenta, in anteprima nazionale, il suo LOVE REVOLUTION TOUR proprio al Pistoia Blues Festival.

giovedì 5 giugno 2008

Parla spagnolo il nuovo organo della chiesa del Carmine


PISTOIA - Parla spagnolo il nuovo organo realizzato da Glauco Ghilardi per la chiesa del Carmine, di cui è ormai prossima la data di inaugurazione. L’organaro lucchese, è oggi fra i più attivi e apprezzati del panorama nazionale, autore di numerosi strumenti importanti, sia nella nostra provincia - l’ultimo è il contro Hermans della chiesa dello Spirito Santo, inaugurato a fine 2007, cui vanno aggiunti quelli della chiesa di Serra e di San Rocco di Larciano -, sia in altre regioni italiane, tra i quali spicca l’imponente organo di Santa Maria della Speranza a Battipaglia (1996). La realizzazione del nuovo strumento è avvenuta sotto la supervisione del maestro Umberto Pineschi, già docente di organo e composizione organistica nei conservatori di Pesaro e Bologna e attualmente presidente dell’Accademia d’organo «Gherardeschi» di Pistoia e organista della Cattedrale di San Zeno. Lo strumento, pur avvalendosi sostanzialmente delle canne del distrutto organo di Sant’Andrea (Filippo [II] Tronci, 1842), è di nuova concezione. È stato, infatti progettato non solo per servire al repertorio italiano sia barocco, con il suo ripieno e con i suoi flauti, sia pistoiese, con il suo cornetto, la sua sesquialtera e le sue trombe, ma anche alla letteratura spagnola più importante, ovverosia Correa de Arauxo, Bruna e Cabanilles, grazie alla divisione di tutto lo strumento in bassi e soprani.
Il concerto di inaugurazione, fissato per il 22 giugno, ore 21.15, sarà a cura dello stesso Umberto Pineschi. Alla cerimonia di intitolazione del nuovo organo sarà presente il vescovo, Mansueto Bianchi. Seguiranno altri due concerti: Guy Bovet il 25 giugno e Andrea Vannucchi il 16 luglio. L’organo si avvale di un manuale di 45 tasti (Do1-Do5 con prima ottava corta) e una pedaliera di 8 tasti (Do1-Si1, un’ottava corta) sempre unita al manuale. I registri che lo costituiscono (i bassi e i soprani si dividono fra Do3 e Do diesis3) sono: principale (diviso in bassi e soprani), ottava B/S , decimaquinta B/S, sesquialtera B, decimanona B/S, vigesima seconda, sesta e nona B/S, flauto in ottava B/S, flauto in duodecima B/S, cornetto (4 file) S, e trombe B/S. Completano lo strumento tre accessori: usignoli, timpano (due canne), e tremolo. La chiesa del Carmine, restaurata pochi anni fa, potrà essere utilizzata adesso anche per appuntamenti musicali importanti, data la presenza di un così interessante strumento, che arricchisce ulteriormente il già superbo patrimonio di organi antichi e moderni presenti in città.

A Pistoia festa regionale di LiberEtà, il mensile dello Spi-Cgil

La sicurezza sul lavoro e l’informazione.
Sono questi i temi ai quali è dedicata la 13.a edizione della festa regionale di LiberEtà, mensile dello Spi, il sindacato dei pensionati Cgil, che si tiene a Pistoia oggi e domani.
La manifestazione — per la quale è stato scelto lo slogan «Partecipare alla trasformazione» — si svolge al Teatro Bolognini e al parco comunale della Fortezza Santa Barbara, con un’appendice a Monsummano Terme.
A Pistoia sono arrivati stamani, da tutta la regione, con 26 pullman, circa 2500 pensionati.
I lavori sono iniziati alle 9, al Teatro Bolognini, dove nel corso della mattinata si sono alternati gli interventi di numerosi dirigenti Cgil (il segretario locale Daniele Quiriconi, Adriano Varocchi, Alfio Savini, Alessio Gramolati, Franco Guastini, Marcello Giacomelli), cui si sono aggiunti quelli di Federico Gelli, per la Regione Toscana, del magistrato Ettore Squillace, di Sandro Bonaceto direttore di Confindustria Toscana, del sindaco Renzo Berti e di Cesare Ciapini, direttore della medicina del lavoro dell’Asl.
I lavori proseguono domani, con una iniziativa dedicata all’informazione.

Festa dei Carabinieri a Pistoia

PISTOIA - Stamani nel piazzale, della caserma pistoiese «Petracchi» dei Carabinieri, in viale Italia, si è svolta la festa dell’Arma, in occasione del 194° anniversario dalla fondazione.
Il colonnello Gianluigi Savarro ha fatto un consuntivo delle operazioni più importanti che sono state effettuate sul territorio provinciale dai Reparti Speciali dei Carabinieri, a sottolineare l’attenzione rivolta al controllo dei più diversificati settori in supporto dell’Arma territoriale.Un particolare accenno è stato fatto all’attività del Nas di Firenze nella provincia di Pistoia. Il Nucleo, tra l’altro, è attualmente comandato dal tenente Fedele Verzola, che prima di essere destinato a Firenze era a capo del Norm di Pistoia.Ricordata anche l’attività svolta dal Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pistoia nel corso del 2007, che ha visto 236 ispezioni; 365 infrazioni; 35 arresti; 145 denunce e illeciti amministrativi contestati in materia di lavoro per oltre 9 milioni di euro.

mercoledì 4 giugno 2008

A PISTOIA UN CENTRO CARITAS PER LE PERSONE FRAGILI

Si chiama Mimmo per ricordare una persona, senza fissa dimora, assai conosciuta nella città e scomparsa da qualche mese dopo un percorso di recupero sociale.
E’ il nuovo Centro della Caritas di Pistoia destinato, in primo luogo, a distribuire vestiti per le persone in difficoltà. Sarà inaugurato, nei locali di via Boccaccia (zona San Bartolomeo) sabato 14 giugno (ore 10,15) con la presenza del vescovo Mansueto Bianchi e delle autorità cittadine.
Il Centro Mimmo – spiega Marcello Suppressa, direttore di Caritas diocesana – nasce in collaborazione con le parrocchie del vicariato cittadino e sarà utilizzato per molte iniziative a sostegno delle persone fragili. Fra i tanti esempi possibili si pensa anche ad attività dedicate all’educazione per un corretto e consapevole uso del denaro.

Studenti pistoiesi reinventano Pinocchio


Si è svolta stamani, nella Sala Maggiore del Comune di Pistoia, la cerimonia di premiazione del quinto concorso artigianato-scuola Renzo Nepi, intitolato “E se Geppetto…”, rivolto ai ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori della provincia.
Circa 200 gli studenti che hanno risposto all’appello lanciato da Confartigianato Pistoia, che chiedeva quale aspetto avrebbe avuto Pinocchio se suo padre, anziché il falegname, avesse fatto un altro mestiere artigiano.
Realizzato in collaborazione con Anap – Associazione nazionale artigiani e pensionati, il Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato, con il patrocinio del Comune di Pistoia e il contributo della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia spa,
Il concorso ha ancora una volta scatenato la fantasia dei ragazzi, che si sono sbizzarriti a re-inventare il burattino più famoso del mondo attraverso elaborati grafici e manufatti realizzati con i materiali più disparati, talvolta accompagnandoli con filastrocche e brevi racconti dove compaiono Pinocchi inusitati.
Fra i tanti elaborati, singolare quello realizzato dal laboratorio di latino della scuola media B. da Montemagno di Quarrata, che ha visto i ragazzi impegnati a creare un particolarissimo Pinocchio-puzzle componibile solo se si risponde correttamente alle domande proposte in lingua latina.
Nel loro percorso realizzativo alcuni ragazzi si sono peraltro avvalsi del supporto di artigiani, mentre altri hanno lavorato a casa o nei propri laboratori scolastici improvvisandosi muratori, ceramisti, fornai, pasticceri, idraulici, sarti, fioristi, piastrellisti, elettricisti, scenotecnici, tessitori, impagliatori, vetrai e quant’altro l’universo dell’artigianato manifatturiero e dei servizi abbia suggerito loro.
Tutti gli elaborati sono stati molto apprezzati dalla giuria, che quest’anno era composta dal presidente Anap provinciale Luigi Di Grazia, Angela Palandri (Comune di Pistoia), Simone Balli (vicepresidente Confartigianato Imprese Pistoia), Cristina Tuci (Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia spa) e del pedagogista Fiorenzo Gori.
La cerimonia di premiazione sarà arricchita dalla presenza degli allievi della Scuola media ad indirizzo musicale “Cino da Pistoia”. I giovani alunni di strumento della Cino proporranno alcuni brani del loro repertorio, in formazioni che vanno dal duo al piccolo complesso orchestrale. I giovani strumentisti saranno coadiuvati nelle loro esibizioni dagli insegnanti di strumento.

In arrivo a Pistoia studenti-turisti a stelle e strisce


Pistoia guarda all'America, per quanto riguarda la promozione turistica e lo fa con un progetto di pacchetti vacanza-studio dedicati a Policarpo Petrocchi, pistoiese e autore del primo dizionario della lingua italiana. Attesi centinaia di studenti da tutti gli Stati Uniti, che in diversi momenti dell'anno saranno a Pistoia per seguire corsi di studio in città e in provincia. Bene il turismo anche in provincia, compresi la montagna e le terme. A dirlo è l'assessore provinciale Nicola Risaliti che, dati alla mano, dimostra come Pistoia sia un po' una "mosca bianca" in questo senso, perché l'andamento dei flussi degli ultimi mesi risulta in controtendenza con quanto è avvenuto a livello nazionale e regionale. "Le tante campagne promozionali che abbiamo effettuato in passato e anche recentemente - dice Risaliti - stanno dando i loro frutti"

martedì 3 giugno 2008

Seicento studenti pistoiesi chiedono una strada per Caponnetto

Hanno raccolto 600 firme a favore dell’intitolazione di una strada pistoiese ad Antonino Caponnetto, il giudice che lottò contro la mafia, insieme a Falcone e Borsellino.
Sono i ragazzi della scuola media «Angelo Roncalli» di Pistoia, una delegazione dei quali, stamani, accompagnati dal preside e da alcune insegnanti ha consegnato al sindaco di Pistoia, Renzo Berti, la richiesta, che, come è stato spiegato nel corso del breve incontro avvenuto nella Sala Maggiore di Palazzo di Giano, è maturata nel corso dell’anno scolastico, in vari momenti di riflessione e di studio in classe, sul tema della legalità.

DUECENTO STUDENTI PISTOIESI INVENTANO UN NUOVO PINOCCHIO

Si svolgerà domattina, a partire dalle 10 , nella Sala Maggiore del Comune di Pistoia, la cerimonia di premiazione del quinto concorso artigianato-scuola Renzo Nepi “E se Geppetto…”, rivolto ai ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori della provincia.
Circa 200 gli studenti che hanno risposto all’appello lanciato da Confartigianato Pistoia, che chiedeva quale aspetto avrebbe avuto Pinocchio se suo padre, anziché il falegname, avesse fatto un altro mestiere artigiano.
Realizzato in collaborazione con Anap – Associazione nazionale artigiani e pensionati, il Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato, con il patrocinio del Comune di Pistoia e il contributo della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia spa, il concorso ha ancora una volta scatenato la fantasia dei ragazzi, che si sono sbizzarriti a re-inventare il burattino più famoso del mondo attraverso elaborati grafici e manufatti realizzati con i materiali più disparati, talvolta accompagnandoli con filastrocche e brevi racconti dove compaiono Pinocchi inusitati. Fra i tanti elaborati, singolare quello realizzato dal laboratorio di latino della scuola media B. da Montemagno di Quarrata, che ha visto i ragazzi impegnati a creare un particolarissimo Pinocchio-puzzle componibile solo se si risponde correttamente alle domande proposte in lingua latina.
Nel loro percorso realizzativo alcuni ragazzi si sono peraltro avvalsi del supporto di artigiani, mentre altri hanno lavorato a casa o nei propri laboratori scolastici improvvisandosi muratori, ceramisti, fornai, pasticceri, idraulici, sarti, fioristi, piastrellisti, elettricisti, scenotecnici, tessitori, impagliatori, vetrai e quant’altro l’universo dell’artigianato manifatturiero e dei servizi abbia suggerito loro.
Tutti gli elaborati sono stati molto apprezzati dalla giuria, che quest’anno era composta dal presidente Anap provinciale Luigi Di Grazia, Angela Palandri (Comune di Pistoia), Simone Balli (vicepresidente Confartigianato Imprese Pistoia), Cristina Tuci (Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia spa) e del pedagogista Fiorenzo Gori.
La cerimonia di premiazione sarà arricchita dalla presenza degli allievi della Scuola media ad indirizzo musicale “Cino da Pistoia”. I giovani alunni di strumento della Cino proporranno alcuni brani del loro repertorio, in formazioni che vanno dal duo al piccolo complesso orchestrale. I giovani strumentisti saranno coadiuvati nelle loro esibizioni dagli insegnanti di strumento.

La qualità dei servizi cimiteriali a Pistoia: i risultati di un'indagine dell'università di Firenze

Una indagine sul campo per capire pregi e difetti dei servizi cimiteriali è stata realizzata dall’Università di Firenze, su impulso dell’ufficio cimiteri e grazie all’intervento dell’Ufficio per le relazioni con il pubblico. La ricerca, condotta da Marco Palmerio e coordinata dal professor Sandro Landucci, ha riguardato le 48 strutture cimiteriali del territorio comunale e l’ufficio di front office di via delle Pappe. Le domande che sono state rivolte ad un campione di 334 cittadini, per la maggior parte donne, hanno spaziato dal grado di pulizia e di accessibilità, alla conservazione delle strutture, dagli orari al grado di preparazione e cortesia del personale.
Alla presentazione dei risultai della ricerca sono intervenuti l’assessore all’edilizia cimiteriale Stefano Cristiano, il responsabile dei servizi cimiteriali Francesco Bragagnolo, il funzionario dell’Urp Angelo Ferrario, il professor Landucci e il dottor Palmieri dell’Università di Firenze e un rappresentante di Publisec.
Il camposanto che risulta più apprezzato dai cittadini-utenti è il principale, con indici positivi relativamente a quasi tutte le variabili considerate, mentre un giudizio assai più sfavorevole caratterizza la fruizione complessiva del cimitero della Vergine, gestito da Publisec, come nel caso del camposanto principale. Diversa la valutazione dei cimiteri periferici, dove i cittadini-utenti si occupano personalmente dei piccoli interventi di manutenzione e dove non ci sono né orari di apertura prestabiliti, né personale stabile.

lunedì 2 giugno 2008

Festa della Repubblica a Pistoia: ecco i nuovi "ufficiali" e "cavalieri"

Nel corso della cerimonia della commemorazione del 62° anniversario della nascita della Repubblica, che si è tenuta al teatro comunale “Manzoni” di Pistoia il prefetto, Antonio Recchioni, ha consegnato le onorificenze di «ufficiale» a Anna Maria Michelon Palchetti, presidente provinciale del Movimento Italiano Casalinghe Moica), Francesco Mauro, provveditore agli studi della provincia di Pistoia, Moreno Fabbri, già impiegato Ansaldobreda, e Santo Ucciardo, geologo, e quelle di «cavaliere» a Antonio Abenante, sindaco di Pescia, Renzo Caloffi, dipendente del Comune di Pistoia, Umberto Galligani, commerciante in pensione, Paolo Magnanensi, sindaco di Agliana, Lando Cardini, già dipendente del Comune di Massa e Cozzile, Francesca Vogesi, sindaco di Sambuca Pistoiese, e Domenico Zimei, ispettore capo del Corpo Forestale dello Stato. Inoltre sono stati dati riconoscimenti a chi ha coordinato il lavoro degli istituti scolastici della provincia in occasione del 60° anniversario della Costituzione: Istituto Professionale Industriale “Pacinotti” di Pistoia, Istituto Tecnico Agrario “Anzilotti” di Pescia e Scuola Media “Bonaccorso da Montemagno” di Quarrata.
Un riconoscimento è stato assegnato all’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia per la costante attività volta alla realizzazione di numerose iniziative nell’ambito del 60° anniversario della Costituzione ed in particolare per la realizzazione del libro “All’alba della Costituzione Italiana – I Quattro Costituenti Pistoiesi” , presentato nel corso dell’iniziativa pubblica, sempre al «Manzoni», alla quale hanno preso parte anche il costituente senatore Giulio Andreotti e il vicepresidente del Senato Vannino Chiti.
Nel quadro delle iniziative finalizzate a diffondere la cultura della legalità sulle strade e di sensibilizzare le giovani generazioni sul fenomeno dell’infortunistica stradale è stata promossa la “Campagna Provinciale per la Sicurezza Stradale”. In tale contesto, i Lions Club della Provincia hanno indetto un concorso intitolato “Il Valore della vita – fermiamo le stragi del sabato sera” ed il Comando Sezione Polizia Stradale ha organizzato il concorso “Studenti in Strada”. A tale riguardo sono stati assegnati riconoscimenti a Giulia Chiti, del distaccamento di Quarrata dell’Istituto d’Arte Statale Petrocchi di Pistoia, vincitrice della categoria manifesti e ad Alessandra Battaglini, dell’Istituto Tecnico Agrario “Anzilotti” di Pescia, vincitrice della categoria videoclip, accompagnata dal prof. Andreani, oltre che all’Istituto Scolastico “De Amicis” di Montecatini Terme e alla Classe I/A dell’Istituto Suore Mantellate di Pistoia. Un attestato di riconoscimento, infine, è stato conferito all’ing. Paolo Tabani, coordinatore “Zona F” Lions e alla dr.ssa Rita Palladino, comandante della sezione Polizia Stradale di Pistoia.

A Pistoia 3 serate dedicate allo sport giovanile

Piazza Giovanni XXIII e il suo fregio robbiano faranno da cornice, il 4, 5 e 10 giugno a «Sportivissimo», un’iniziativa dedicata in particolare ai bambini che vede insieme l’Automobile Club Pistoia, il Coni, il Comune, la Provincia e la Banca di Pistoia, oltre a diverse società sportive del territorio.
Tre serate (ogni volta l’inizio della manifestazione è fissato per le 18.30), alle quali tutti i cittadini sono invitati a partecipare e a rimanere a cena in piazza all’aperto: l’accordo fatto col ristorante Dada garantisce l’applicazione prezzi speciali per l’occasione. Nelle prime due giornate si svolgeranno mini tornei di basket per bambini, ai quali parteciperanno le società di pallacanestro Endas, Pistoia Basket, Bottegone Basket, Monsummano e Pallacanestro Agliana. I bambini (da 6 a 10 anni) saranno oltre 120 e si affronteranno in partite in piazza, alle quali potranno partecipare anche bambini non appartenenti alle società suddette.
Martedì 10 giugno, invece, è in programma l’iniziativa «Sport al volante e non solo», un’esposizione di macchine da corsa e da rally, con la presenza di piloti professionisti, tra cui il campione europeo Mauro Nesti e quello italiano Franco Breschi, e di alcuni ufficiali di gara che si occuperanno della divulgazione delle norme dello sport automobilistico e di sicurezza stradale. È prevista, inoltre una esibizione di arti marziali. Collaborano a queste manifestazioni «Pistoia Corse» per lo sport automobilistico e l’Accademia Shirai Karate per l’esibizione di arti marziali, che sarà guidata dal campione italiano Luciano Verrecchia alla presenza del maestro Alberto Bacchi, direttore sportivo dell’Accademia. A tutti i bambini sarà offerto un gadget.

BIBLIOTECA SAN GIORGIO “LA SCONOSCIUTA” DI GIUSEPPE TORNATORE

PISTOIA - Martedì 3 giugno, alle 16.30, alla saletta Mediateca della biblioteca San Giorgio, si potrà assistere alla proiezione del film “La sconosciuta” (2006) di Giuseppe Tornatore. L’appuntamento fa parte del ciclo “La città si difende”, organizzato nell’ambito della rassegna cinematografica “Silenzio in sala”.
“La sconosciuta” è l'ultima fatica di Giuseppe Tornatore, un film dove si rende omaggio al thriller d'autore attraverso echi hitchcockiani e ad una serie di rimandi visivi. Si tratta di una pellicola caratterizzata da un’alta scuola registica e sonora (grazie alle musiche di Ennio Morricone).In una città italiana del nord giunge Irena, una giovane ucraina che, in breve tempo, trova un appartamento in cui vivere e un lavoro come domestica. La "sconosciuta" vive segretamente con fantasmi e incubi del passato di cui teme l'improvviso ritorno. Ciò, però, non la distoglierà dall'obiettivo ultimo di riprendersi la propria vita. Collante della trama è la solitudine, tema ricorrente nei film del regista bagherese. Tornatore, infatti, tratteggia con toni fortemente decisi, personaggi soli come Irena, la cui condizione non pone via d'uscita. Solo la speranza, vista attraverso gli occhi della protagonista nel sogno di una maternità mai vissuta, sembra poter fungere da consolazione in un mondo disincantato e fortemente realista.
Giuseppe Tornatore (
Bagheria, 27 marzo 1956). Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico siciliano, noto per il suo impegno civile, oltre che per le diverse pellicole poetiche che hanno riscosso un notevole successo in Italia e all'estero.
Tra le sue opere “
Nuovo cinema Paradiso” (considerato il capolavoro del regista), “Stanno tutti bene” con Marcello Mastroianni, “L’uomo delle stelle” con Sergio Castellitto, “La leggenda del pianista sull’oceano” con musiche di Ennio Morricone, “Malèna” con Monica Bellucci, “La sconosciuta” (presentato nella sezione Première della Festa del Cinema di Roma 2006). Attualmente si sta dedicando a un nuovo film: "Baarìa" (che in dialetto siciliano significa "Bagheria"), la cui trama dovrebbe raccontare una tranche di storia della sua città d'origine.

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...