sabato 1 marzo 2008

È allarme prezzi. L'Unione nazionale consumatori invita i cittadini a segnalare situazioni poco chiare


PISTOIA - L’indice tendenziale dei prezzi al consumo, ossia la variazione dei prezzi rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, registrato a Pistoia a gennaio è stato del 2,9%. Secondo l’ultima rilevazione curata dall’Ufficio statistica del Comune di Pistoia, nell’ultimo mese i prezzi hanno invece evidenziato un aumento dello 0,2%. Per quanto riguarda gli alimentari si registra un +0,7% per il costo del pane, il +1,6% della pasta ed il +3,3% dell’olio di semi. In calo soltanto i costi degli spettacoli (-0,7%) e di servizi sanitari e spese per la salute (-0,5% rispetto al dicembre 2007).
Se fino a qualche settimana fa si parlava di rincari con una certa preoccupazione, adesso invece si parla di vero e proprio allarme, soprattutto per quanto riguarda i generi di prima necessità. A farne le spese sono soprattutto le famiglie più numerose, quelle monoreddito o comunque con redditi bassi e le persone con più di 64 anni che vivono sole. Quest’ultimo dato emerge da un’analisi della Coldiretti, basata sui dati Istat.
«È chiaro che occorrono controlli più rigorosi – tuona Osvaldo Rastelli, presidente provinciale dell’Unione nazionale consumatori di Pistoia -, mentre la soluzione per adesso è stata affidata alla sola intelligenza delle massaie, che ogni giorno ne devono inventare una nuova per cercare di far quadrare il sempre più magro bilancio familiare».
Da alcuni giorni la sede dell’Unione nazionale consumatori di Pistoia è presa letteralmente d’assalto anche da parte di cittadini che segnalano questo tipo di problema, ossia l’aumento vertiginoso dei prezzi, soprattutto per quanto riguarda i generi di prima necessità come appunto gli alimentari.
«La nostra associazione – spiega Rastelli – è stata chiamata recentemente a far parte della Commissione della Camera di commercio che ha il compito di monitorare i prezzi che vengono praticati nei negozi e nei supermercati locali. Per questo abbiamo subito comunicato ai nostri associati di informarci su eventuali riscontri di aumenti apparentemente ingiustificati. I cittadini stanno rispondendo numerosi, segnalandoci decine di casi secondo loro sospetti. Questo ci ha permesso di stilare già alcune prime considerazioni, che segnaleremo al tavolo costituito presso la Camera di commercio. Una di queste riguarda la tracciabilità dei prodotti, senza la quale è difficile stabilire se l’aumento è giustificato o meno. Per la carne, per esempio, è quasi impossibile aumentare i prezzi in maniera ingiustificata, perché si può risalire all’origine e stabilire tutti i passaggi, quindi anche le responsabilità. La stessa cosa non vale purtroppo per altri prodotti alimentari e questo penalizza il consumatore anche sotto l’aspetto dei rincari, perché non è facile stabilire di chi è la colpa. La nostra associazione tuttavia cercherà di evidenziare e segnalare alle autorità competenti ogni abuso e per questo contiamo sulla collaborazione degli stessi consumatori, ai quali chiediamo di continuare a segnalarci ogni variazione ritenuta ingiustificata».

giovedì 28 febbraio 2008

Pagine gratis alle Onlus sull’elenco telefonico Guida Shopping


Pagine gratis nell’elenco telefonico Guida Shopping per le Onlus.
La Edit.El. di Pistoia, casa editrice dell’elenco «Guida Shopping», già diffuso in buona parte delle province toscane e in Romagna, ma che punta a breve alla copertura dell’intero territorio nazionale, ripete l’iniziativa lanciata lo scorso anno in occasione del festeggiamento del ventennale di attività, garantendo spazi gratuiti sulle prime pagine del proprio elenco telefonico alle organizzazioni che operano nei vari campi del volontariato.
Gli spazi serviranno a presentare le attività in cui sono impegnate le associazioni e i rispettivi recapiti. Le pagine messe gratuitamente a disposizione del volontariato saranno da due a quattro, da suddividersi fra le associazioni che ne faranno richiesta al gruppo editoriale.
«La richiesta – spiega Alessio Pagnini, presidente del gruppo editoriale - dovrà giungere alla casa editrice Edit.El, a mezzo posta (via Mariotti, 190 – zona industriale S. Agostino, 51100 Pistoia), via e-mail (info@guidashopping.it), o per fax (0573-532187), entro la fine di maggio in modo da permetterne l’inclusione negli elenchi attualmente in preparazione».
Per informazioni sulle aree coperte dall’elenco Guida Shopping è sufficiente consultare il portale www.guidashopping.it.
Ad oggi l’elenco copre circa il 20% del territorio nazionale, ma il gruppo è in rapida crescita e l’intenzione è di arrivare alla copertura totale entro due anni.

mercoledì 27 febbraio 2008

Vespro d'organo domenica in Cattedrale con l'organista Mitsuru Azuma


Consueto appuntamento, domenica a Pistoia, alle ore 17, con il Vespro d’organo in Cattedrale (organo Luigi e Benedetto Tronci, 1793). Ad eseguire le musiche sarà Mitsuru Azuma (Giappone). In programma musiche di Giovanni de Macque, Giovanni Gabrieli e Jan P. Sweelinck. Un particolare: la costante del nome "Giovanni" nei compositori è un omaggio che Mitsuru, sposata in Italia con l'organista Roberto Menichetti, docente di organo al conservatorio di La Spezia e apprezzato concertista, vuol fare al suo bambino che si chiama appunto Giovanni.
L’iniziativa è promossa dall’Accademia d’organo Gherardeschi, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale.
Azuma ha compiuto gli studi musicali in Giappone, laureandosi al Ferris Women College di Yokohama. L’interesse per gli organi antichi e per la letteratura organistica italiana l’hanno portata a studiare in Italia, dove si è dedicata all’approfondimento di questo repertorio, frequentando le lezioni di Luigi Ferdinando Tagliavini, Stefano Innocenti e Liuwe Tamminga. Allo stesso tempo, si è iscritta al conservatorio statale di Bologna, dove ha frequentato la classe di organo del maestro Umberto Pineschi, conseguendo il diploma in organo e composizione organistica nel 1997. Ha seguito corsi dedicati alla musica spagnola e tedesca, tenuti da José Luis Gonzalez Uriol e da Harald Vogel. Ha tenuto concerti in Giappone, Spagna, Svezia e Italia.

martedì 26 febbraio 2008

Omicidio-suicidio a Pieve a Nievole (Pt)

I corpi senza vita di una donna e di una bambina di 9 anni anni sono stati trovati in un'auto, una Punto bianca, parcheggiata in una piazza dietro l'ufficio postale di Pieve a Nievole. La scoperta e' stata fatta in mattinata. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri e il procuratore capo di Pistoia Renzo Dell'Anno. A scoprire i due corpi e' stato un automobilista che ha parcheggiato il proprio mezzo a poca distanza dalla Punto ed ha dato subito l'allarme. secondo gli inquirenti si tratta di un caso di omicidio suicidio. La donna, 51 anni, e' una ispettrice di polizia in servizio a Firenze. La figlia si chiamava Chiara. L'agente avrebbe usato l'arma in dotazione per sparare prima alla bambina, subito dopo avrebbe rivolto la pistola contro se stessa. Il marito, un poliziotto in servizio alla questura di Prato, e' appena giunto sul luogo della tragedia. Tra i due era in corso una separazione. La scelta del luogo per il tragico gesto non è stata casuale, la donna infatti conosceva molto bene il parroco della zona, che come lei è originario del Galluzzo. Ieri sera forse è andanta a Pieve a Nievole per parlarci, ma non lo ha trovato. «Era molto depressa - ha detto stamani don Enrico - eravamo in contatto da molto tempo e da molti anni ero il suo confessore».

Arte e Turismo: Fabriano, un'eccellenza nel cuore delle Marche

La nostra meravigliosa Italia ci riserva delle vere e proprie perle, delle meraviglie da ammirare dal punto vista paesaggist...