Passa ai contenuti principali

Chiude nel segno del successo la XII edizione di «Dai un senso alla vita: rispettala!»

Un mese intero di eventi, durante il quale si è parlato dell'influenza dei social network, di coloro che utilizzandoli fanno tendenza e della capacità che questi hanno di condizionare i comportamenti individuali e collettivi attraverso l'immagine, il fashion, lo shopping. Ma anche di chi tutto questo lo subisce, inconsapevolmente. Un mese intenso di iniziative, tra incontri, dibattiti, concorsi, talk show televisivi. La 12esima edizione di «Dai un senso alla vita: rispettala!», kermesse promossa a Pistoia dal Laboratorio toscano Ans (Associazione nazionale sociologi), braccio operativo del Dipartimento regione Toscana Ans, presieduto dal sociologo Giuliano Bruni, ha coinvolto anche quest'anno partner istituzionali, varie università e istituti scolastici. «I bisogni dell'essere: mente, corpo, società», è stato il tema su cui si sono confrontati (dal 5 aprile al 4 maggio), sociologi, psicologi, insegnanti e soprattutto gli studenti delle scuole superiori di Pistoia e provincia. Tra i temi affrontati anche il fenomeno del bullismo, che proprio in queste settimane ha fatto registare un incremento di episodi gravi, anche all'interno delle scuole. «Il Sessantotto – ha commentato, a tale proposito il presidente nazionale dell'Ans, Pietro Zocconali, a margine del convegno di chiusura della kermesse, che si è svolto al cinema-teatro Globo di Pistoia - è stata una porta attraverso la quale siamo entrati nell'ignoto. Prima del '68 c'era un rispetto per la scuola e per i docenti, che adesso non c'è più. Oggi certi insegnanti si sentono uguali ai ragazzi, si fuma in classe, nelle scuole è entrata la droga. A questo si aggiunge il fatto che la famiglia non c'è più. Credo che la scuola, come istituzione, debba tornare ad essere un edificio sacro, come le chiese». «Quando i ragazzi entrano a scuola devono cambiare atteggiamento - ha aggiunto -. E la scuola deve tornare ad aiutare i genitori a far crescere i figli». «Da sottolineare – ha detto il sociologo Giuliano Bruni, presidente regionale Ans e promotore della manifestazione – la grande partecipazione di istituti scolastici, una trentina di classi da tutta la provincia, che hanno collaborato anche alla realizzazione di un questionario che abbiamo somministrato agli studenti, i cui risultati hanno offerto spunti di riflessione su cui, come sociologi, dovremo lavorare e che fotografano una realtà giovanile con molti lati positivi, ma anche con diverse problematiche». Al termine del convegno sono stati premiati gli studenti che hanno partecipato ai concorsi giornalistico (nella foto Linda Puccini, Sofia Bolognesi e Sara Matulli), multimediale, e artistico.

Post popolari in questo blog

Mostre: Pistoia, in 80mila a ''Visitazione'' Della Robbia

Doveva essere l''attrazione artistica della seconda parte dell''anno di Pistoia capitale
italiana della cultura 2017: il gruppo scultoreo della
''Visitazione'' di Luca Della Robbia ha mantenuto le aspettative.
Da luglio ad oggi infatti oltre 80.000 visitatori hanno varcato
la porta della chiesa di San Leone per vederla.
   L''opera fu eseguita intorno al 1445 per la chiesa di San
Giovanni Fuorcivitas di Pistoia, la ''Visitazione'' è stata
restaurata all''Opificio delle Pietre Dure di Firenze grazie al
sostegno dei musei americani ''Museum of Fine Arts'' di Boston e
della ''National Gallery of Art'' di Washington, che l''hanno
tenuta in esposizione fino a luglio 2017. Dopo, il gruppo
robbiano è tornato a Pistoia e reso visibile nella chiesa di San
Leone. Qui la mostra viene curata da Diocesi di Pistoia e
Soprintendenza. Pochi giorni fa gli organizzatori hanno deciso
di prorogare il termine di chiu…

Mostre:esposti a Pistoia i dipinti di Giovanni Boldini

Sedici capolavori, realizzati da Giovanni Boldini durante gli anni toscani del periodo macchiaiolo (1864-1871), provenienti da collezioni private e da pubblici musei, esposti al Museo dell'Antico Palazzo dei Vescovi di Pistoia, gestito dalla Cassa di risparmio di Pistoia e della Lucchesia (Gruppo Intesa San Paolo),  nell'anno di Pistoia capitale italiana della cultura. La mostra,  "Giovanni Boldini. La stagione della Falconiera", uno degli eventi di punta di Pistoia Capitale, presentata oggi alla stampa, apre al pubblico domani alle ore 17  e sarà visitabile fino al 6 gennaio 2018.
   L'esposizione, è stata curata da Francesca Dini con la collaborazione di Andrea Baldinotti e Vincenzo Farinella. Il titolo della mostra prende ispirazione da un ciclo di pitture murali a tempera che Giovanni Boldini ha eseguito durante il suo periodo toscano, sul finire degli anni sessanta
dell'Ottocento, presso la Villa La Falconiera, sulle colline pistoiesi, che apparteneva…